La Value Proposition nel food & beverage

Alessandra Disnan

Alessandra Disnan

Founder

In Italia il settore del food & beverage conta moltissime attività e rappresenta un segmento di rilievo nel contesto economico.

Questo grande numero di ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, panifici e gastronomie rende questo settore molto competitivo per gli imprenditori che, per non cadere nell’anonimato, devono essere in grado di comunicare con efficacia le proprie caratteristiche distintive.

In altri termini, le attività devono comunicare la propria Value Proposition (proposta di valore), cioè il valore aggiunto che offrono al cliente. In un contesto così competitivo, è necessario che questi valori distintivi vengano comunicati al meglio al fine di  valorizzarli e renderli delle risorse, delle caratteristiche che distinguono un’attività da una altra e le permettano di emergere in modo netto rispetto ai competitor.

Se siete i proprietari di un’attività in questo settore e non avete le idee ben chiare su come impostare una comunicazione efficace della vostra attività, non fatevi prendere dal panico, qui troverete dei consigli utili per iniziare!

L'importanza delle immagini

Iniziamo con dire che siete fortunati. I social media stanno assumendo sempre maggior rilevanza nelle scelte di consumo dei consumatori. I social comunicano essenzialmente attraverso immagini, video e brevi testi e il settore food and beverage, più di altri settori, è molto adatto ad essere comunicato attraverso questo tipo di contenuti.

Le immagini sono in grado di rievocare nella mente di chi le guarda, un profumo, un sapore, una precedente esperienza nel vostro locale o un ricordo di infanzia. Riuscire a creare il desiderio di provare un vostro piatto attraverso le  immagini è il vostro vantaggio, dovreste sfruttarlo al meglio! Le foto che ritraggono i prodotti offerti della tua attività devono essere curate, rappresentative, e aggiornate perché rappresentano quello che il potenziale cliente si immagina di trovare da voi.

Storytelling

Il cibo racconta una storia

 

Il secondo punto da considerare nella comunicazione nel food & beverage è lo storytelling. Lo storytelling consiste di fatto nel raccontare una storia, capace di evocare significati simbolici, ricordi, valori e sentimenti.

Oggi il cibo non è più solo un bisogno primario, ma qualcosa di culturale, che deve gratificare, emozionare ma anche essere portatore di valori. Per questo il cibo deve essere raccontato al cliente nella maniera corretta, esaltando la sua provenienza, la cura nella preparazione, la tipicità e tutto ciò che lo contraddistingue.  E’ importante valorizzare le materie prime utilizzate, se mettete tanta cura e passione nella loro ricerca, se utilizzate prodotti di qualità, se coltivate voi stessi le vostre materie prime, è assolutamente necessario che lo facciate sapere. La pandemia ha messo in guardia tutti sull’importanza dell’igiene; mostrare un backstage pulito e ordinato e raccontare la vostra attenzione alla sicurezza conquisterà la fiducia dei vostri clienti.

Brand identity

Il vostro obiettivo deve essere quello di distinguervi dai vostri concorrenti, e per farlo è necessario  sviluppare una brand identity. Ogni attività deve creare la propria identità, ben riconoscibile, con delle caratteristiche distintive. Tutto ciò che noi  offriamo, i prodotti stessi, il servizio, la comunicazione, l’immagine, deve essere coerente con la filosofia e i valori del brand. La mancanza di coerenza tra i valori che si dichiarano e ciò che traspare dal servizio o dalla comunicazione, mette in allarme il cliente e rischiamo di perdere la sua fiducia. Al contrario la coerenza tra ciò che si dice e ciò che effettivamente si fa, convince il cliente. Rimanere fedeli alla propria brand identity richiede alcuni accorgimenti come utilizzare i colori del vostro marchio nel menù e nei social o utilizzare un linguaggio coerente nelle diverse piattaforme.

Il prezzo

È necessario inoltre stabilire un posizionamento economico chiaro per i prodotti che offriamo. Spesso se le materie prime sono selezionate, se la preparazione è molto accurata e la ricerca approfondita, il prezzo dei prodotti è destinato a salire. Per questo è necessario giustificare il prezzo attraverso la comunicazione: se il cliente percepisce il valore di quello che acquista, se apprezza la ricerca e la qualità delle materie prime impiegate, sarà disposto ad accettare anche un prezzo superiore. Se invece non comunichiamo bene il valore e la qualità dei nostri prodotti, un prezzo più elevato di quello della concorrenza sarà svantaggioso, perché non sarà compreso dal cliente.

 

Ti abbiamo dato qualche spunto utile per definire al meglio la tua Value Proposition? Per approfondirla insieme, contattaci!

Potrebbero interessarti anche...